Debian non si connette alla rete wifi

Ciao, sono Michele Aranzollo e oggi vi spiego come connettervi a una rete wifi.

Qualche ora fa non riuscivo a connettermi alla mia rete wifi da debian:
il computer vedeva tutte le reti wireless del vicinato, tranne la mia.
Dallo smartphone riuscivo a connettermi come sempre, e anche col computer se all’avvio sceglievo windows.

Soluzione: ho cambiato il canale sul router da “auto” ad uno di mia scelta. Funziona.

python, bottle, gevent, name ‘PROTOCOL_SSLv3′ is not defined

Avevo un piccolo progetto python che usava bottle e gevent, oggi l’ho ripreso in mano, ho provato ad eseguirlo e ho ottenuto l’errore:
name 'PROTOCOL_SSLv3' is not defined
MA IO NON USO SSL DA NESSUNA PARTE!
Colpa dell’aggiornamento a debian Jessie?
Dopo una ricerca su google ho trovato 2 comandi magici da dare:
pip uninstall gevent
apt-get install python-gevent

ok, funziona di nuovo, fiuuuu

Cosa è successo nel 2013?

Cose belle e cose brutte riguardanti amici e parenti, ma non ve le sto a dire qua.

Passando ad argomenti di pubblico dominio, il 2013 oltre a sdoganare i prediciottesimi, l’Harlem Shake, Miley Cyrus (insomma, le più grosse piaghe dell’umanità), mi ha anche insegnato qualcosa:

  1. Tra politico e comico esiste una relazione di simmetria
  2. Non per forza “morto un papa se ne fa un altro”
  3. Andreotti non è immortale
  4.  ”la legge è uguale per tutti”, forse anche se ti chiami Silvio B.
  5. Sono sicuro ci sia anche dell’altro, ma già me lo sono dimenticato :S

Con questo post in realtà voglio elencare le notizie che mi ricordo e qualche video del 2013, attingendo dai “preferiti” di youtube, evitando contenuti celeberrimi come Get Lucky dei Daft Punk (anche se in effetti l’album Random Access Memories mi è piaciuto tantissimo!).
Continua a leggere

Basta, per i commenti da adesso uso Disqus

Oggi mi è arrivata questa email:

Un nuovo commento all’articolo “È siciliana l’unica squadra italiana che ogni anno partecipa ad eurobot” è in attesa di approvazione

http://www.rappazzo.eu/2012/09/eurobot-2013/

Autore: (IP: , )
E-mail:
URL :
Whois : http://whois.arin.net/rest/ip/
Commento:

Approvalo: [link]
Cestinare: [link]
Marca come spam: [link]
Attualmente sono presenti 0 commenti in attesa di approvazione. Visitare il pannello di moderazione:

Esatto, a destra dei due punti non c’è nulla…
Significa che qualcuno ha commentato l’articolo su eurobot ma non ho idea di chi sia né di cosa abbia scritto (e nel pannello di controllo del blog non c’è nessuna traccia di tutto ciò).
È capitato diverse volte, forse finalmente ho capito qual è il motivo (mi sa che è il solito, ma me lo scordo sempre!): quando supero la quota di spazio sul database, Tophost (il provider che ospita questo blog) revoca i privilegi di scrittura [sul database] per un po’ di tempo… impedendo di aggiungere altri contenuti.

Il database si riempie spessissimo per colpa dei messaggi di spam. Non li vedete grazie ad Akismet (plugin di wordpress famosissimo) che fortunatamente funziona e li cestina… il problema è che il cestino va svuotato periodicamente per liberare il database, e io… mica sto tutti i giorni qui a controllare! L’ho svuotato oggi dopo chissà quanti mesi :S

Ok, ho scritto tutta questa tiritera per avvertire tutti quelli che hanno commentato e non vedono i loro commenti: non c’è nessuna censura, è colpa di tophost, degli spammer, e mia che non svuoto il cestino :S

Comunque da oggi c’è una novità: ho attivato Disqus: da adesso quindi i commenti non vengono più salvati su tophost.

“Commentatore”, se non sei uno spammer e stai leggendo questo articolo, per favore, commenta di nuovo :D

Io non sono un webmaster

Non lo so cosa voglio fare ‘da grande’, non lo so se mi piace avere a che fare con i siti web.
Conosco i linguaggi di programmazione, scripting e markup che servono per creare i siti.
Ultimamente ho acconsentito a dare una mano con un sito web che già esiste da tempo, usano joomla, non esco pazzo per joomla, a dire il vero l’ho usato poco, e per quel poco che l’ho usato non mi è piaciuto.

La prima cosa che mi hanno detto di fare sul sito web è cambiare l’immagine della testata, per lavorare mi hanno fornito soltanto un account da amministratore del cms (nessun accesso ftp).

Esplorando i menu del pannello di controllo ho trovato una sorta di ‘file manager’ che consente anche di fare l’upload delle immagini, ma l’immagine puntata dal CSS è in una cartella non raggiungibile da quel file manager (quindi non posso sostituirla), non è possibile nemmeno modificare il CSS, altrimenti avrei potuto ‘arrangiare’ mettendo la nuova immagine su un server diverso…

Insomma, in questo modo non posso fare nulla.

Mi era stato detto di contattare il “provider” telefonicamente per qualsiasi cosa, e ok, l’ho contattato, gli ho chiesto se fosse possibile ottenere i parametri per accedere all’FTP del sito web.
Mi hanno risposto di no, di spiegargli per email le mie necessità, perché sarebbero intervenuti loro.

In qualche vecchio articolo vi ho fatto partecipi di alcune mie Discussioni assurde. Erano chat, questa volta invece vi incollo un po’ di email.
Continua a leggere

È siciliana l’unica squadra italiana che ogni anno partecipa ad eurobot

Esiste una competizione di robotica internazionale a cui l’università di Catania partecipa ogni anno da un po’ di anni… è quasi sempre l’unica squadra italiana.

Ogni anno verso questo periodo il sito http://www.eurobot.org/ sforna un regolamento nuovo, in cui viene descritto il campo, il tipo di gioco su cui si baseranno le competizioni, e i limiti tecnici a cui devono sottostare i robot per poter partecipare.

Si tratta di una competizione tra ROBOT (non macchine telecomandate). Per regolamento, questi aggeggi devono essere autonomi, e devono essere in grado di evitare di scontrarsi con gli avversari in campo (altrimenti ci sono penalità).

Proprio oggi sono uscite le regole di eurobot 2013: “happy birthday”, eccole qui: RulesEurbot2013.pdf

Questo significa che adesso il team deve iniziare a studiarle, costruire un campo da gioco il più fedele possibile a quello che verrà trovato ai giochi veri e propri, progettare le meccaniche del robot (anzi, DEI robot visto che anche quest’anno ogni squadra potrà mettere sul tavolo due robot contemporaneamente), pensare all’elettronica, agli azionamenti, al software di basso livello (firmware) e alla strategia!

Questo è il sito dell’unict team: http://eurobot.dmi.unict.it/

Problemi tecnici

Questo blog da un po’ di tempo non funzionava più bene; ieri ho deciso di ‘aggiustarlo’, ma avevo vari problemi :S

“CREATE command denied to user ‘rappazzo**’@'****’ for table ‘*****’”

Ho cercato di accedere al pannello di controllo di Tophost (sì, sono su Tophost!), ma… non funzionava! E allora ho aperto un ticket:

non riesco ad accedere al cpanel, cliccando sull’ingranaggio mi viene richiesto nuovamente username e password, ma non sono quelli che ho

e, visto che si può, ho allegato uno screenshot:


e… ecco la risposta:

Gentile Michele Nicola, la ringraziamo per averci contattato.

Probabilmente sta utilizzando Chrome. In questo caso la invitiamo a verificare le impostazioni del browser o ad utilizzarne uno diverso.

Le auguriamo buona giornata.

Sicuramente sono più educati di me. Cambiando browser ha funzionato, ecco a voi di nuovo il blog, funzionante (si spera!)

Menti malate


R. C.> quando torno magari passo direttamente nel suo studio
R. C.> e vediamo se lo becco
R. C.> e lo fisso direttamente con lui
R. C.> visto che nel 2012 un prof di informatica è irraggiungibile via mail
R. C.> cose ridicole
Michele> è irraggiungibile via mail perché l’email è ormai vecchia e lui è avanti U_U
R. C.> lui è già arrivato al piccione viaggiatore :D
R. C.> la ricorsività della storia
Michele> ip over avian?
R. C.> ahahaha
R. C.> proprio a quello pensavo :D
R. C.> https://en.wikipedia.org/wiki/IP_over_Avian_Carriers (questa non l avevo ancora vista :D )
Michele> esatto l’ho appena vista pure io! :O
Michele> c’è il ping :O
R. C.> ahahahah si
R. C.> On 28 April 2001, IPoAC was actually implemented by the Bergen (https://en.wikipedia.org/wiki/Bergen,_Norway) Linux user group.[4] (https://en.wikipedia.org/wiki/IP_over_Avian_Carriers#cite_note-3) They sent nine packets (https://en.wikipedia.org/wiki/Packet_%28information_technology%29) over a distance of approximately five kilometers (three miles), each carried by an individual pigeon and containing one ping (ICMP Echo Request (https://en.wikipedia.org/wiki/ICMP_Echo_Request)), and received four responses.
Michele> avian carriers are capable of high average throughput when carrying flash memory devices. During the last 20 years, the information density of storage media and thus the bandwidth of an Avian Carrier has increased 3 times faster than the bandwidth of the Internet
Michele> FACT :D
R. C.> LoL
R. C.> è il tempo di fare un meme :D
Michele> quindi non sottovalutare la banda di un piccione che vola con una memoria flash
R. C.> ahahaha
R. C.> tanembaum docet :D
Michele> yeah :D
R. C.> non ricorderò mai il corretto spelling dell’uomo del microkernel :D
Michele> If 16 homing pigeons are given 8 32GB SD cards each, and take an hour to reach their destination, the throughput of the transfer would be 9320Mbit/s, excluding transfer to and from the SD cards.
Michele> altro che fibra ottica, il futuro è nel piccione!
R. C.> siamo noi gli stolti che continuiamo ad utilizzare mezzi come le mail
Michele> “Pigeon Race” was conducted by Michelle Brumfield in rural Yorkshire, England: delivering a five-minute video to a BBC correspondent 75 miles away in Skegness. She pitted the pigeon (again carrying a memory card) against an upload to YouTube via British Telecom broadband; the pigeon arrived in about ninety minutes while the upload was still incomplete: having failed once in the interim.
R. C.> adesso comincio a progettare un bridge
R. C.> tra questo ed ethernet
R. C.> :D
Michele> servono degli slot sd e mangime per piccioni
R. C.> e un meccanismo automatizzato per il prelievo e l’inserimento delle sd nelle capsule
Michele> sulla parte in uscita serve un meccanismo che libera i piccioni per l’invio dei pacchetti…
R. C.> interessante potrebbe essere l’interfaccia Rx
R. C.> con il mangime esposto
R. C.> e un filtro con rfid per capire se l’uccello in arrivo è quello coretto :D
Michele> è che arrivano piccioni qualsiasi
R. C.> corretto :D
R. C.> infatti
Michele> praticamente è un bus diciamo
R. C.> ahahah
R. C.> il cielo è il nostro bus :D
Michele> ok
Michele> allora criptiamo tutte le informazioni
R. C.> ha banda praticamente infinita :D
Michele> con coppia di chiavi
R. C.> ovvio
R. C.> quello penso che dev essere fatto
R. C.> i piccioni vanno taggati con rfid
R. C.> così da essere riconoscibili
R. C.> il problema sarà fare l handshaking :D
R. C.> come fai ad aprire una nuova connessione?
R. C.> forse possono essere usati piccioni viaggitori con un tag speciale
Michele> mboh, il servizio non è orientato alla connessione secondo me :P
R. C.> già
R. C.> forse meglio toglierci le speranze a priori
Michele> la implementiamo a livello più alto
R. C.> tcp over udp?
R. C.> cmq secondo me questo protocollo ha lo stesso problema dell aloha
R. C.> quando il numero dei comunicanti cresce le prestazioni vanno giù inesorabili
Michele> non tcp over udp
Michele> tcp è su ip
Michele> tcp è affidabile, ip no :P
R. C.> no
R. C.> mi avevi detto che volevi implementare la connessione ad un livello più alto
R. C.> quindi sarebbe un ipotetico tcp over udp :)
Michele> tcp over udp non l’avevo mai sentito
R. C.> è una cazzata infatti :)
R. C.> anche se alla fine si potrebbe fare
R. C.> basta fare un handshaking fatto in casa
R. C.> con messaggi udp :)
Michele> ‘pito :D
Michele> bisognerebbe pure riordinare i pacchetti e cose così
R. C.> più tutti i servizi di controllo dello stato della connessione e della sequenzialità dei pacchetti
R. C.> infatti
Michele> stessa cosa con i piccioni (se non ipotizziamo che l’informazione la contengono completamente nell’sd che portano)
R. C.> anche se bisogna tenere conto degli alti delay di comunicazione
R. C.> forse si può utilizzare qualcosa dal satellitare
Michele> gli attacchiamo un gps per tracciare il pacchetto? :S
Michele> ah… capito, possiamo prendere in prestito qualcosa usata nel satellitare, che ha alte latenze
R. C.> si, scusami per la cripticità :D
Michele> ok, brevettiamo
Michele> (fossimo stati nella apple, l’avremmo già fatto)
R. C.> http://memegenerator.net/instance/21405474?browsingOrder=New&browsingTimeSpan=Today
R. C.> ahahah :D
R. C.> è tempo di brevetti
Michele> l’hai fatto tu??
Michele> XD
R. C.> of course :D
R. C.> ahahah
Michele> bisogna condividere su fb con tutta questa discussione :S
R. C.> ahahha
R. C.> hai la mia benedizione?
R. C.> !!
Michele> syntax error
R. C.> per cosa?
R. C.> ahhh ? != !
R. C.> :D
Michele> eh, l’ultima era una domanda o un’esclamazione? :S